ATLANTE DI GOLESE

In molti si chiedono che cosa sia Golese (non essendo su nessun cartello stradale e su nessuna cartina o navigatore). Riportiamo ai più curiosi quindi, qui di seguito, tutto ciò che si vuole sapere sulla nostra terra.

Golese, oggi, è un quartiere del Comune di Parma.

Mentre, quella identificata con il nome di Golese, è storicamente la zona compresa tra i letti del fiume Taro e del torrente Parma a Nord della città  di Parma. Alcune cartografie hanno indicato il nome “Golese” anche come un centro abitato vero e proprio a sud di Baganzola, approssimativamente dove oggi si trova l’abitato delle “Case Nuove”.

CENNI STORICI

In questa zona sono state rinvenute testimonianze di civiltà  riguardanti l’età  del Ferro e del Bronzo, nei pressi di Baganzola e Fraore. Significativa in seguito l’impronta lasciata dai Romani: la “centuriazione” dei terreni è evidente tutt’ora, nonostante ci siano state le numerose esondazioni dei corsi d’acqua e le variazioni degli stessi con il mutare dei secoli, non essendo mai stati arginati come al giorno d’oggi. Con il nome di Agolexium (riferimento latino di Golena) l’antico territorio di Golese fu dominio dei Romani fino al IV secolo d.C. L’insediamento nelle pianure dei Longobardi durò per molti secoli e portò al ripopolamento della zona, dopo la crisi della caduta romana. Violente lotte di piccole e grandi famiglie signorili ne hanno funestato i primi secoli dopo l’anno mille. Il duca di Milano, Filippo Maria Visconti, nel 1435 distaccò Golese dalla giurisdizione di Parma e lo eresse a feudo in favore del conte Andrea Valeri, la cui famiglia dominò il territorio dal Torrione di Baganzola (ben visibile ancora oggi) fino all’epoca napoleonica, quando furono abolite le proprietà  feudali.

Il territorio di Golese venne eretto alla dignità  di Comune dall’amministrazione napoleonica nel 1806. Aveva a Nord e ad Est le stesse delimitazioni odierne, ma a Ovest terminava alla Strada per Cremona, mentre a Sud comprendeva la zona della “Crocetta” e dei “Prati Bocchi” (oggi già inglobate nel contesto cittadino, ma che allora era ancora aperta campagna e che, per Regio Decreto, nel 1923 vennero inglobate nel Comune di Parma).

Una pianta storica di Parma dell’800 con, in azzurro, parte del Comune di Golese che costeggiava il Parco Ducale, zona poi diventata parte del quartiere “Pablo”.


 
 

Il Municipio di Golese (a Baganzola) in una cartolina del 1930

Nel 1943 il Comune di Golese venne soppresso poi incorporato nel comune di Parma come Delegazione, e nel 1979 iscritto a III Circoscrizione insieme ai quartieri “San Pancrazio” e “Pablo” (appena istituito).

Divenne (in seguito alla riforma per il Decentramento operata dal Comune nel 2002) “Quartiere” con vere e proprie funzioni istituzionali, inglobando in sè i territori che erano stati attribuiti fino a quel momento a San Pancrazio: a Ovest della Via Cremonese e a Nord del tracciato ferroviario “Milano-Bologna” (quindi le frazioni di Eia e Fraore). Ma cedendo allo stesso S.Pancrazio il territorio a Sud della stessa ferrovia che in precedenza appartenevano a Golese (quindi la zona “Crocetta”).

Per gli effetti determinati dagli interventi legislativi del 2009 e 2010 in materia di revisione degli enti locali, le funzioni istituzionali svolte dai Quartieri cittadini (Golese compreso) cessarono, e mantengono ora solo una funzione gestionale delle concessioni delle sale e degli spazi civici.

STEMMA

Lo stemma usato del comune aveva la seguente blasonatura: “Semipartito-troncato: nel primo del partito d’azzurro al leone d’oro tenente nella zampa destra un bastone di comando dello stesso in guisa di scettro, nel secondo di celeste alla torre naturale merlata alla ghibellina finestrata del campo; nel troncato d’argento losangato di rosso di cinque pezzi. Timbrato da una corona comitale gemmata.”

GEOGRAFIA

Golese è il secondo quartiere più esteso di Parma (dopo quello di Vigatto) con i suoi 47,8 Kmq.

E’ delimitato:

– a Nord dalle strade Cornazzano, Lorno, San Rocco (quindi confinante con i Comuni di Sissa/Trecasali e Torrile);

– a Est dal Torrente Parma (quindi confinante con i quartieri Cortile San Martino e San Leonardo);

– a Sud dal tracciato ferroviario “Milano-Bologna” (quindi confinante con i quartieri Pablo e San Pancrazio);

– a Ovest dal Fiume Taro (quindi confinante con il Comune di Fontevivo e per un breve tratto con il Comune di Fontanellato).

POPOLAZIONE

Golese conta quasi 9.500 abitanti (9.488 al 31/12/2011). Nel periodo 2004-2011 è il quartiere di Parma che ha conosciuto il maggiore incremento di popolazione (più di un quarto, il 25,8%).

E’ al penultimo posto nel Comune (davanti al solo quartiere Vigatto) per percentuale di stranieri residenti, il 10,8%.

Le nazionalità  straniere più rappresentate a Golese sono (dati al 2011):

  • bandiera Albanese (123 residenti);
  • bandiera Moldava (122);
  • bandiera Indiana (102);
  • bandiera Rumena (82).

Con un’età  media dei residenti di 41,2 anni, è il quartiere più “giovane” del Comune di Parma.

Insieme al quartiere Vigatto, è il quartiere con la media di “famiglia numerosa” più alta, 2,3 componenti.

VAI ALLA PAGINA DELLE FRAZIONI GOLESANE

2 comments. Leave a Reply

  1. Ciao. Posso chiederti dove hai trovato la prima cartina? E fin dove arriva nella provincia di Parma?

    • admin

      Ciao, è una cartina tratta da “Pianta di Parma e del suo territorio con parte di Borghigiano e Reggiano” del 1460 di “Anonimo”, conservata presso l’Archivio di Stato a Parma. Poi ci ho apposto io la toponomastica dell’epoca (i nomi dei paesi come erano conosciuti nel Medioevo). Non so fin dove arriva l’originale.. Ma dal titolo, pare che sia molto più ampia. Ciao.

Leave a Reply

Your email is never published nor shared.

You may use these HTML tags and attributes:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


*